18.12.16

nebbia sporca

Non mi fa piacere che stiamo quasi senza sindaco. Per quanto possa non accettarlo, lui deve guidare la città, lui è il nostro sindaco. Poi di Expo si sapeva, ma è singolare questo purismo per la fedina penale. Non minimizzo le colpe, ma non siamo forse abituati ad essere governati da stragisti, corrotti, amici dei mafiosi...? 
Intanto Milano è risucchiata da un'orzata mefitica e c'è un continuo ammalarsi, che sembra andare oltre i consueti malanni e picchi di stagione. 
Il dramma che stiamo vivendo è una giunta che è sembrata immobile, inattiva. A Milano sopravvivere è ancora più duro e tocca militarizzare ancora, di più, inutilmente. 
Questa nebbia dice quanto sia tardi. Quanto inutile sia il governo (a proposito, era chiaro che ci avrebbero snobbato di nuovo, altro che referendum e pozzi di san Patrizio delle nostre democrazie). Quanto ci sarebbe da fare. 
Io però mi sento più stanco e incredulo. Sarà l'invecchiare, ma è da quando ero ragazzo che vedo scorrere tangenti e sangue, tanto, troppo. Mi piacerebbe dire a chi comanda: arrendetevi, siamo tutti nello stesso smog.

Nessun commento:

Posta un commento