27.10.16

viva l'omeopatia!

L'omeopatia è una cartina di tornasole della nostra società: reietta, proibita  eppure così usata. Siamo in 7 milioni ad usarla e molti la scelgono per il passaparola - per forza, persiste il divieto a farne pubblicità. Eppure 20 mila medici italiani, per lo più pediatri, ginecologi e Medici di Medicina Generale prescrivono farmaci omeopatici. Quindi, i farmaci funzionano. Non si sa come facciano ad essere efficaci? Oh... Ma questo succede per buoan metà dei farmaci ufficiali. 
In rete, da dove ho preso questi dati, ne trovi tantissimi, come la Francia che riconosce l'omeopatia, un suo marchio leader vende in 80 paesi nel mondo o come il fatto che la ricerca, proprio su questo tipo di cure, le fa vivere. Ma è come il petrolio: devono venderci le aspirine, i tavor, il ritalin, quella roba lì insomma.

Per me la cosa più sconsolante non è solo trovare il farmacista barricato nel negozio (ma lo capisco), le persone in strada disperate perché rimbalzate dal pronto soccorso ("se sta male ancora torni domani"), ma aprire la scatola del farmaco omeopatico e non trovarci scritto niente, NIENTE! Posologia, avvertenze... Arrangiati! Di solito nei farmaci ufficiali trovi dei papiri che quasi nessuno legge per intero (e meno male). Quando compri un farmaco omeopatico, devi cercare in rete tutte le istruzioni. Pazienza, io come ho bevuto lo sciroppo ho smesso di tossire. E fumo pure!

Nessun commento:

Posta un commento